Disforia di genere

Il termine disforia deriva dal greco e significa “difficoltà di sopportare” nel nostro caso difficoltà di sopportare il proprio sesso biologico. In altre parole il soggetto si identifica con il sesso opposto e tutto ciò comporta una condizione emotiva di stress e di estraneità. La disforia di genere non deve …

Ansia da separazione

L’ansia da separazione non deve essere confusa con il normale disagio che il bambino manifesta quando viene separato dalle figure parentali di riferimento. Nel periodo compreso tra gli 8 e i 14 mesi infatti, l’infante inizia a riconoscere il volto materno e ne percepisce l’assenza, manifestando una forma di angoscia …

La sindrome di Tourette

La Sindrome di Tourette è un disturbo neurologico più che psichiatrico abbastanza diffuso, con un’eziologia non ancora completamente nota. Colpisce più facilmente i maschi rispetto alle femmine (il rapporto è di 1 a 3) ed esordisce nell’infanzia intorno ai 5/7 anni, anche se i sintomi, nel 40% dei casi, sono …

Attacchi di panico – parte 2^

L’attacco di panico o DAP si manifesta attraverso il pensiero pessimista, la costante tensione emotiva, l’eccessivo turbamento per il vivere quotidiano, per la propria persona, per il lavoro o per i propri familiari ed amici. Chi soffre di disturbi d’ansia fa spesso fatica a portare a termine le proprie attività, …

Fasi amicizia in adolescenza

Come afferma Charmet in “Culture affettive in adolescenza”, durante gli anni della preadolescenza l’amicizia ruota attorno alla possibiltà di poter svolgere alcune attività solo se è presente e solidale l’amico. La presenza dell’amico consente una sincrona e sinergica manipolazione dello stato del mondo che crea le premesse per una comune …

Attacchi di panico – Intro

Panico dal greco PANIKOS, aggettivo di Pan divinità silvana. Pan, il dio metà uomo e metà caprone, è una figura sfuggente della mitologia greca, infatti pur avendo spesso un ruolo centrale nei racconti, non è una divinità Olimpica. Pan viveva nei boschi dell’Arcadia dove si divertiva a terrorizzare ninfe e …

I disturbi del comportamento alimentare – parte 3^

La bulimia è caratterizzata da un comportamento alimentare patologico responsabile di inconsulte abbuffate di cibo, seguite da sensi di colpa e azioni finalizzate alla “neutralizzazione” dell’apporto calorico assorbito. Fra le strategie adottate dal bulimico ricordiamo: il vomito autoindotto, l’assunzione impropria di lassativi, l’esercizio fisico ad alto impatto, i regimi dietetici …

I disturbi del comportamento alimentare – parte 2^

L’anoressia è uno dei più gravi disturbi del comportamento alimentare. Il termine anoressia deriva dal greco anorexìa (an particella di negazione, òrexis appetito). Dobbiamo però sottolineare che il vocabolo non definisce correttamente il disturbo, infatti in molti casi l’appetito è conservato, l’anoressia infatti è caratterizzata dal terrore di ingrassare, dalla …

Dal mio libro sulla sindrome della delezione 1p3.6 – ottavo estratto

La delezione telometrica del cromosoma 1p3.6 Individuare gli aspetti clinici e molecolari di questa sindrome non è facile. Recenti ricerche in tecnologia citogenetica, in particolare la FISH e l’esame del DNA, hanno contribuito all’identificazione della delezione in questione e ad una definizione più chiara del fenotipo clinico e delle caratteristiche …

Enuresi

È un disturbo presente nel 15/20% dei bambini tra i 6 e i 10 anni e generalmente diminuisce fino a scomparire con l’avanzare dell’età. In alcuni casi però persiste ancora in periodo adolescenziale. Non possiamo considerarla una patologia in senso stretto, ma va comunque affrontata in modo adeguato in quanto …

Il valore educativo delle fiabe

Psicologi, psicoanalisti, educatori sono tutti concordi nel riconoscere l’impatto educativo delle favole sulla crescita cognitiva, emozionale, sociale e relazionale del bambino. Secondo la teoria psicoanalitica sono una forma di comunicazione, di linguaggio che ha un diretto rapporto con l’inconscio e aiuta i piccoli a potenziare la loro capacità di esprimere …

I disturbi del sonno

Uno dei disturbi più diffusi nella società moderna è l’insonnia, che interessa non solo gli adulti, ma anche gli adolescenti e i bambini molto piccoli. L’insonnia adulta si differenzia in linea generale da quella infantile, soprattutto perché in questo caso il soggetto vorrebbe dormire, ma non ci riesce. Nel caso …

Amicizia fra pari ed esplorazione del mondo esterno nell’adolescenza

Secondo Freud il periodo dell’adolescenza è caratterizzato da un profondo lavoro di elaborazione dello stato psichico di ambivalenza affettiva, che lega il bambino all’immagine delle proprie figure parentali ed in particolar modo a quella paterna. L’adolescenza può essere considerata una sorta di ponte simbolico che conduce dall’infanzia all’età adulta, attraverso …