Dalla parte dei bambini

Nelle 2 sedi milanesi del Centro Psicomotricità la dottoressa Chiesa e il suo team di collaboratori si occupano di diagnosi e terapia psicomotoria per bambini in età evolutiva   Sono due le sedi del Centro Milano Psicomotricità diretto dalla dottoressa Paola Cristina Chiesa, una in via Punta Licosa 19 e …

Intervista a Paola Cristina Chiesa su Radio Lombardia

Differenze fra psicomotricità, neuropsicomotricità e neuro psicomotricità dell’età evolutiva. La casistica a cui si rivolge questa professione sanitaria è ampia: autismo, problematiche relazionali e comunicative, emotive, motorie, cognitive. Terapie rivolte a bambini e ragazzi in età evolutiva che presentano deficit di attenzione, disturbo di apprendimento, ritardo cognitivo, sindromi, paralisi cerebrale …

Colloqui con Psicologa

La psicologa, attraverso la somministrazione di test cognitivi e test proiettivi, procede alla valutazione del bambino/ adolescente sia per quanto riguarda gli aspetti intellettivi, QI, sia per quanto concerne gli aspetti emotivi. Osserva il soggetto costruendo un quadro generale che comprenda non solo i dati dell’osservazione, ma anche i dati …

Visita neuropsichiatrica

La visita neuropsichiatrica con lo specialista prevede sia un colloquio con i genitori per la raccolta dati, sia l’osservazione del bambino/adolescente per valutarne l’effettivo grado di sviluppo. Lo specialista può prescrivere esami diagnostici, redigere diagnosi, ipotizzare un progetto riabilitativo. Al tempo stesso fornisce la documentazione necessaria per eventuali certificazioni finalizzate …

Valutazione terapia neuropsicomotoria

La terapia neuropsicomotoria è utilizzata nei seguenti casi: ritardo dello sviluppo psicomotorio, disturbi del movimento, immaturità in alcune aree di sviluppo, difficoltà relazionali, ritardo cognitivo, disturbi dell’apprendimento, ritardo o disturbo del linguaggio, sindromi genetiche e altre patologie associate, difficoltà di integrazione ed elaborazione delle informazioni, disturbi di attenzione, disturbi del …

Terapia neuropsicomotoria

Attraverso un’attenta osservazione del comportamento e del gioco spontaneo del bambino e l’utilizzo di test specifici, si possono evidenziare eventuali difficoltà nello sviluppo delle seguenti aree: motivo relazionale motorio prassico cognitivo. La terapia neuropsicomotoria aiuta l’evoluzione armonica del bambino e lo accompagna nel processo di crescita all’interno dei suoi tipici …