Valutazione terapia neuropsicomotoria

La terapia neuropsicomotoria è utilizzata nei seguenti casi: ritardo dello sviluppo psicomotorio, disturbi del movimento, immaturità in alcune aree di sviluppo, difficoltà relazionali, ritardo cognitivo, disturbi dell’apprendimento, ritardo o disturbo del linguaggio, sindromi genetiche e altre patologie associate, difficoltà di integrazione ed elaborazione delle informazioni, disturbi di attenzione, disturbi del comportamento, iperattività, disturbi psicoemotivi, paralisi cerebrali infantili.

Il Tnpee si occupa del bambino/ragazzo in età evolutiva, fascia di età 0-18 anni, e ha funzione sia preventiva che di terapia e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili, nelle aree della neuro-psicomotricità, della neuropsicologia e della psicopatologia dello sviluppo.

In particolare si interessa della valutazione e del trattamento delle disabilità neuro-psicomotorie e neuropsicologiche in età evolutiva;
dell’ inserimento dei soggetti portatori di disabilità neuro-psicomotoria e cognitiva nei contesti quotidiani;
collabora all'interno dell'équipe multiprofessionale con gli operatori scolastici per tutto ciò che riguarda la prevenzione, la diagnosi funzionale e il profilo dinamico-funzionale del piano educativo individualizzato; prende parte alla valutazione e scelta di ausili / ortesi / protesi e alla loro verifica

Il Tnpee si rivolge a bambini con disturbi di sviluppo,
di coordinazione motoria (disprassia evolutiva, goffaggine),
di spettro autistico,
o con ritardi psicomotori e cognitivi,
o ancora con disturbi dell’attenzione, disturbi specifici di apprendimento (in particolare disgrafia), sindromi genetiche,
disturbi neurologici,
disturbi sensoriali, disturbi neuromotori (paralisi cerebrali infantili; distrofie; paralisi ostetriche etc.)