Sindrome di asperger e autismo ad alto funzionamento

I disturbi dello spettro autistico comprendono una serie di disordini con caratteristiche specifiche che si differenziano dall'autismo in senso stretto, che fa riferimento all'immagine di un soggetto chiuso in se stesso e nel proprio mondo, indifferente ed insensibile a ciò che lo circonda.

Oggi si dibatte molto nel mondo scientifico sulla necessità di considerare la Sindrome di Asperger (AS) come un disordine specifico con peculiarità proprie che non si manifestano in nessun'altra condizione. Cionondimeno al momento questa sindrome è inserita nella grande categoria dei Disturbi dello spettro autistico. Vediamo innanzitutto quali sono i tratti distintivi di questo disturbo:

- linguaggio articolato, le abilità linguistiche infatti, contrariamente all'autismo, sono conservate.
- Funzionamento cognitivo nella norma
- Maniere ed interessi eccentrici, insoliti
- Compromissione delle ablità sociali.

Per certi aspetti assimilabile alla Sindrome di Asperger, è l'autismo ad alto funzionamento (HFA), tipico di alcuni bambini che nella prima infanzia manifestano le classiche caratteristiche dell'autismo, ma in seguito riescono ad acquisire un linguaggio complesso, abilità sociali di base e un discreto livello intellettivo. Recenti studi però sottolineano la necessità di considerare autonomamente le due condizioni che in realtà si differenziano sia per aspetti qualitativi che quantitativi.