Schema corporeo

Il corpo è il primo oggetto percepito dal bambino ed è il suo primo strumento di conoscenza e relazione. L’acquisizione dello schema corporeo è parte integrante della crescita del bimbo e ha una funzione fondamentale per lo sviluppo e la maturazione nervosa.

Con schema corporeo intendiamo l’ organizzazione delle sensazioni relative al proprio corpo, o in altre parole la coscienza, la percezione e la rappresentazione del proprio organismo nella sua interezza così come nelle singole parti che lo compongono. Spazio, movimento e stasi ne definiscono la conoscenza.

Secondo Le Boulch lo sviluppo dell’immagine del corpo è scandito secondo tappe contraddistinte da un diverso concetto di schema corporeo: corpo «subito», corpo «vissuto», corpo «percepito», corpo «rappresentato». Le diverse percezioni sono legate al diverso grado di maturazione e all'esperienza relazionale.

L’acquisizione e lo sviluppo dello schema corporeo sono essenziali per la crescita del bambino e sono influenzati dalle attività quotidiane, dal rapporto con l’ambiente e con gli altri. Un bambino che percepisce in maniera distorta il proprio corpo avrà difficoltà a percepire anche gli oggetti, le relazioni spazio-temporali, avrà difficoltà motorie, cognitive e relazionali. È importante quindi promuovere tutte le esperienze e tutti i giochi in cui il corpo viene utilizzato. Il bimbo deve essere messo in condizione di fare esperienze dirette, di esplorare, di verificare e conoscere le proprie capacità e i propri limiti.

- Dipingiamo con il corpo
ETÀ: 3-6 anni
Per questo gioco occorrono delle tempere o dei colori apposta per dipingere con il corpo e un grosso foglio bianco.
Si colorano una alla volta le diverse parti dell’organismo denominandole. Quindi ci si divertirà a riempire di impronte il foglio (dita, mani, piedi, gomiti, ginocchia…)

- Giochiamo con le ombre
ETÀ: 3-7 anni
1. Per la buona riuscita del gioco è fondamentale scegliere una stanza facilmente oscurabile chiudendo tapparelle e porte. Ottenuto il buio con una torcia o una lampada si deve illuminare una parete che sarà il “set” per la proiezione delle ombre create giocando con il proprio corpo nella sua interezza o con segmenti dello stesso (mani, dita, braccia…)
2. Si può arricchire il gioco sfidandosi a vicenda ad indovinare l’ombra che sta facendo l’altro
3. Con l’aiuto degli adulti si può utilizzare la parete come un palcoscenico dal quale prende vita una storia creata dalle ombre

- Costruire il corpo
ETÀ: 4-7 anni
Il gioco consiste nel creare una figura umana utilizzando oggetti e materiali di facile reperimento casalingo. Per i bambini più piccoli la figura sarà più stilizzata e meno ricca di particolari, mentre per quelli più grandi l’omino sarà più complesso.

- Disegnare il corpo
ETÀ: 5-8 anni
Far sdraiare una persona su un grosso foglio da disegno. Con un pennarello tracciarne il contorno della figura. Disegnare poi tutti i particolari del volto (naso, occhi, bocca…). A questo punto dando libero sfogo all’inventiva si potrà vestire il nostro personaggio utilizzando stoffe, sciarpe, abiti, bottoni e qualsiasi materiale si riesca a reperire.