La comunicazione non verbale

La comunicazione non verbale, il cosidetto linguaggio del corpo, anticipa e accompagna l'espressione verbale e ha una valenza fondamentale nello sviluppo della parola. La comunicazione non verbale passa attraverso il gesto, lo sguardo, la postura, i movimenti mimici, il corpo, le espressioni facciali, il sorriso....

Accompagnare le proprie parole ai gesti, è un importante espediente per favorire lo sviluppo del linguaggio. Insegnare al bambino a fare altrettanto faciliterà le sue abilità comunicative, infatti i piccoli hanno una coordinazione più precoce dei movimenti dei grandi distretti muscolari (come le braccia), rispetto alla coordinazione dei movimenti fini, come quelli necessari ad articolare le parole.

Imitare i gesti dell'adulto sarà il fondamento dell'interazione del bimbo che piano piano amplierà le basi sociali della propria comunicazione imparando l'alternanza e l'intenzionalità comunicativa (mamma mi fa un sorriso, io le rispondo con un sorriso, ora lei batte le mani, io le rispondo imitandola....).

Tra i prerequisiti fondamentali per lo sviluppo del linguaggio troviamo imitazione e simbolizzazione (il bimbo impara a parlare quando riesce a collegare mentalmente un oggetto al suono corrispondente)